Blog: http://noscorietrisaia.ilcannocchiale.it

Deposito nazionale delle scorie radioattive:qual'e'il ruolo dell'Enea e del suo presidente?

 NOSCORIE TRISAIA
Movimento Antinucleare Pacifista
mail noscorietrisaia@libero.it

18.11.2007


DEPOSITO NAZIONALE DELLE SCORIE RADIOATTIVE: QUAL’E’ IL RUOLO DELL’ENEA E DEL SUO PRESIDENTE ?

Tra gli enti che dovranno decidere dove ubicare il deposito nazionale di scorie nucleari c’e’ anche l’Enea, che assume un ruolo di primo piano nella scelta del sito.
L’Enea figura inoltre tra gli enti che hanno firmato recentemente il protocollo di intesa con il governo degli Stati Uniti voluto fortemente dal Ministro Bersani sulla ricerca dei reattori nucleari di 4 generazione. Alla Sogin è stato affidato il ruolo di consulenza e realizzazione del deposito nazionale. La ricerca, dopo il WEC di Roma, è stata indirizzata verso la produzione nucleare, il militare e il decommissioning che rappresentano il nuovo business della lobby nucleare. Finiti i tempi del nobel Rubbia alla guida dell’ENEA e dei progetti sulle centrali solari e sull’inceneritore delle scorie, che savrebbe dovuto dimezzare la radioattività delle scorie,alla guida dell’Enea è stato chiamato il prof. Paganetto che risulterebbe stranamente anche socio fondatore dell’associazione PIMBY.
Il termine anglosassone è stato coniato dagli strateghi della comunicazione delle grosse aziende per contrastare l’effetto NIMBY (ossia “no nel mio giardino”). Pimby volgarmente tradotto significa “si ne mio giardino” ma a patto che si compensi economicamente il danno che un eventuale impianto può produrre al territorio ed alle comunità locali. In sostanza basta pagare in anticipo per comprare il consenso delle istituzioni locali. E’ questa la nuova strategia delle compensazioni che riguarda gli impianti nucleari, i rigassificatori, le centrali e gli impianti petroliferi. L’associazione PIMBY attraverso premi agli enti locali e con una propaganda mediatica si prefigge di permettere la realizzazione delle opere di grande impatto ambientale tra le quali il deposito unico delle scorie nucleari.
Il prof. Paganetto che conosce bene la Trisaia di Rotondella, dovrebbe spiegare qual’e’ oggi il ruolo del Centro della Trisaia di Rotondella (MT). Rappresenterà forse il futuro deposito provvisorio unico ingegneristico di superficie per le scorie radioattive italiane in attesa che venga realizzato il deposito definitivo magari nei calanchi della Val Basento?

Pubblicato il 25/12/2007 alle 19.52 nella rubrica Comunicati 2007.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web