Blog: http://noscorietrisaia.ilcannocchiale.it

No Scorie Trisaia: generazioni e auguri equo-sostenibili

31 dicembre 2014

 

Chiudiamo il 2014 nel segno dello scontro sociale cittadini – istituzioni su materie come il petrolio che potrebbero interessare il futuro di almeno altre tre generazioni in Basilicata. Lo scontro non è più verbale, di piazza, ma si sta trasformando in ormai in un discorso culturale e generazionale.

A livello politico le recenti votazioni politiche in Basilicata dove ha votato circa il 40% degli elettori hanno dimostrato che non c’è più fiducia nell’opera delle istituzioni. Le ultime amministrative in Calabria e soprattutto in Emilia Romagna segnalano che la percentuale dei votanti continua a decrescere notevolmente.

La scelta del fossile e delle false riforme di Renzi interesseranno pochissimi individui in Italia e null’altro, al pari del petrolio in Basilicata. Petrolio che porterà ulteriore impoverimento in Basilicata , in quanto attività altamente impattante , incompatibile ed insostenibile con acqua, ambiente e d economie locali. E sono proprio le nuove generazioni che non vedendo futuro si tanno ribellando alla speculazione sui territori che ha già impoverito una generazione e rischia di fare terreno bruciato per le future .Nelle scelte politiche non c’è sostenibilità di alcun tipo: ambientale , economica, ma soprattutto sociale verso le nuove generazioni

Alle masse si chiede di pagare la crisi con sacrifici e rinunce, aumentando le tasse e diminuendo i servizi. In uno stato che pensa di pagare i dediti dell’Europa con le politiche di austerità, mentre i tessuti produttivi che possono invece fare sviluppo sono abbandonati a se stessi.

Gli ultimi pezzi di terra e di mare che sono rimasti intatti in Basilicata da speculazioni inustriali costituiscono la base per una economia equa-sostenibile e di sviluppo per le future generazioni ,prima che la speculazione politica distrugga anche il nome di Basilicata . Basilicata già scomparsa vergognosamente nell’idea di macroregione che penosamente è stata fatta da chi dice di rappresentare la Basilicata.

Il 2015 sarà un anno di sicuro interesse per il riscatto sociale di quei cittadini che credono ancora nel valore di questa terra o di questa nazione. Vogliamo ringraziare tutta la carta stampata, le tv, le radio, i blog e i siti web che hanno diffuso la nostra informazione sociale . A voi tutti un sincero Augurio di Buon 2015. [No Scorie Trisaia]

Pubblicato il 1/1/2015 alle 18.4 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web